Domenica 8 maggio la prima pagina di un importante quotidiano nazionale titolava a cinque colonne: Lotta contro le slot – Basta con lazzardo, “Affare di Stato che rovina individui e famiglie ” dando notizia di una lettera inviata dal comitato SlotMob al Presidente della Repubblica Mattarella con la quale gli si chiede di rimettere in discussione in maniera democratica e trasparente l’affidamento del settore dell’azzardo alle società commerciali (in gran parte transnazionali) che sono strutturalmente interessate a fame esclusivamente profitto.

Ormai esiste una consolidata “campagna” contro il gioco d’azzardo alla quale partecipano Enti Associazioni e personaggi quali: Ordine degli Avvocati, Banca Etica, Cardinale vicario Agostino Vallini, monsignor Enrico Feroci direttore della Caritas di Roma, l’economista Luigi Bruni docente all’Università di Roma, Leonardo Becchetti esponente della Finanza etica, il sociologo e presidente di Alea Maurizio Fiasco senza tralasciare i 61 Comuni da Nord a Sud che hanno recentemente aderito con la loro presenza alla mobilitazione organizzata da Slotmob Fest.

Occorre riflettere su queste iniziative destinate a ripetersi che sempre di più andranno ad offuscare mettendo a rischio la nostra attività, ormai occorre proporre al mercato giochi moderati e di puro divertimento per risanare un settore ormai degradato e continuamente attaccato non solo dai media, ma anche dall’opinione pubblica… ce la faremo? noi ci proviamo e intendiamo farlo con Voi perciò tra qualche giorno partiranno i primi inviti presso la nostra Sede agli Operatori della Liguria, Lombardia e Veneto cui presenteremo due nuovi giochi intelligenti da vero intrattenimento liberi anche ai minori da proporre a nuove fasce di potenziali clienti (super sorpresa) presenti su territorio nazionale.

Gino Gaude
3 febbraio 2017